Ho ricevuto da Anna Boschi una segnalazione su un pseudo progetto di MA:

ecco il testo copiabile (taglia e incolla)

L'UNICA VERA MAIL ART HA QUESTE REGOLE “no jury - no selection - no criticism - no money”, VI CHIEDO PERTANTO D'ELIMINARE IL TERMINE MAIL ART DALLA VOSTRA INIZIATIVA firmato ....

l'email è info@arteimmagini.it

Visualizzazioni: 504

Rispondi

Risposte a questa discussione

Ho l'impressione che negli ultimi anni le mostre di mail art (arte postale) abbiano preso il posto di alcune manifestazioni d'arte che avevano luogo negli anni 50 e 60 nelle quali si presentavano alcuni dipinti o sculture o grafiche e si versava una quota di iscrizione. Una giuria di esperti selezionava le opere da esporre e da premiare. Le quote versate  avevano lo scopo di rendere meno gravose le spese di organizzazione. Le opere vincenti (dipinti, sculture, incisioni ecc.) diventavano proprietà dell 'ente promotore della mostra. Inoltre spesso altre opere venivano acquisite da enti e/o banche tramite i famosi premi acquisto. Le mostre di arte postale costano pochissimo agli organizzatori, fatta eccezione per i casi in cui viene stampato un mastodontico catalogo in carta patinata, e hanno il vantaggio di acquisire gratuitamente tutte le opere ricevute. Pertanto chiedere di versare una quota per poter partecipare ad una libera esposizione di mail art è a dir poco assurda ed esosa. Inoltre si dovrebbe sapere che l'arte postale non soggiace alle regole delle gallerie e del mercato essendo libera espressione dell'individuo artista.

Lancillotto Bellini

...raramente intervengo e reagisco... questa volta sono con voi...

                                                                          antonio di gaspero

Come ho scritto ad una amica, nella mailart, grazie a internet (che pur ha i suoi meriti) si sta inserendo gente che nulla ha a che fare con il network della mailart e nemmeno con l'Arte. Cacciatori di opere a frotte, galleristi con buchi da coprire a costo zero con mostre che si possono pensare sotto costo...e perché no cacciatori di pochi denari, che potenzialmente (secondo quanto hanno creduto di capire) potrebbero essere tanti...quindi firmano la loro ignoranza verso la rete e anche in senso generale. Non conoscono i mailartisti. Sarei tentata di pontificare un po'... Ma qualcuno certo mi direbbe che più siamo e meglio è, perché la mailart è democratica, dimostrando di averci capito poco o nulla...
L'unica arma di difesa è NON partecipare. Qualsiasi replica, ci ho pensato, darebbe adito a polemiche inutili e sterili. E forse farebbe pure il loro gioco. Perché i neofiti sarebbero bravi a dirmi che loro credono alla democratica mailart...e che io non capisco nulla....Loro scrivono e spiegano, e non sanno nemmeno che per lanciare un progetto di mailart bastano 4 righe di indicazioni e stop. Non una tesi di laurea per scrivere un invito! Fanno subito riconoscere la loro ignoranza in merito, ma oltre a noi che partecipiamo a progetti di mailart da più di 30 anni, ci sono quelli che non sanno nulla a loro volta e ci cascano. Magari a loro va bene anche così? Internet ne è pieno. Di conseguenza è ovvio che ognuno di noi mailartisti datati, sa partecipare alla vera mailart, non ai tentativi maldestri di imitazione. 

Tiziana come altri mailartisti hanno scritto che per andare contro a questo tipo di frodi basta non partecipare... sicuramente è il modo più semplice e "buonista".

Però ti porto un esempio: nei pressi di casa tua viene aperto un ristorante che mette in bellavista un menù allettante... tu e Giancarlo decidete di prenotare e provare le prelibatezze. La sera fatidica andate e prendete entrambi pasta e fasioi e fegato alla veneziana, innafiato da un buon Breganze Marzemino riserva... la serata si prefigura appetitosa... appena servito il primo notate che stranamente i faglioli sono i cosidetti cornetti e la pasta delle simil tagliatelle, poi al secondo cipollotti con polpettine di fegato... Stupiti chiamate il cameriere e dite che non è quello che avevate ordinato e che volete parlare allo chef, il cameriere fa un inchino e se ne va verso la cucina, dopo poco arriva il cuoco, con occhi a mandorla che parla con la L al posto della R... tu cosa faresti, paghi il conto e te ne vai senza proferir verbo, oppure fai un casino che non finisce solo all'interno del locale anche fuori per via avvisando quelli che stanno entrando nel locale... poi a casa non scriveresti un post in internet in tutti i siti di ristoranti... insomma il fegato te lo mangeresti ti o lo faresti mangiare ai ristoratori fulbetti... ;-)

Il Menu, Claudio, non ci avrebbe certo suggerito di entrare in quel ristorante.

Ad ogni modo il web è pieno di progetti di quel tipo e non possiamo certo fare una Crociata ogni volta. E segnalarli, è giusto, ma non basta.

Concordo, in linea generale sarebbe una perdita di tempo trasfomarci tutti in Don Chisciotte, però ogni tanto farci sentire va bene...

Eppure, nonostante le proteste Dino Cecconi continua imperterrito ad invitare gli artisti a partecipare al suo sedicente concorso di mail art a pagamento... proprio l'altro giorno ho trovato il suo invito nella mia casella email... e non è certamente il primo

RSS

Punto d'incontro e confronto per quelli che hanno praticato praticano e praticheranno Arte Postale. SOLA REGOLA L'USO DELLA LINGUA ITALIANA

TRADUTTORE DODODADA

Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

Use this tool for your translations of DodoDada

Utilizzate questo strumento per le vostre traduzioni di DodoDada

Forum

RUGGERO MAGGI / Non Solo Libri, Galleria di Arti Visive - Gallarate

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica martedì. 0 Risposte

DAL 19 OTTOBRE AL 17 NOVEMBRE 2017PRESSO LA GALLERIA DI ARTI VISIVE DEL IL MELOLA MOSTRA DI RUGGERO MAGGI NON SOLO LIBRI…Continua

Tag: maggi, ruggero, salerno, università, melo

2018 / 70° YEARS DI RYOSUKE COHEN

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica. Ultima risposta di Claudio Romeo 11 Set. 10 Risposte

70 YEARS RYOSUKE COHEN, 1948 - 2018”  DETTAGLI EVENTOOra: 15 Luglio 2018 presso 18:00 a 1 dicembre 2018 presso 12:00Luogo: SPAZIO OPHEN VIRTUAL ART GALLERY Via: S. Calenda, 105 Città: Salerno Sito web o mappa: …Continua

Tag: Contemporanea, Arte, Giovanni, Bonanno, Italia

SALERNO / MARCEL DUCHAMP 1887 – Area di Confine Porta Duchamp

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica 25 Ago. 0 Risposte

SPAZIO OPHEN VIRTUAL ART GALLERYPAVILION  LAUTANIA …Continua

Tag: prima, Galleria, al, La, 2017

PAVILION LAUTANIA VIRTUAL VALLEY

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica 11 Mag. 0 Risposte

SPAZIO OPHEN VIRTUAL ART GALLERY 1887 - Kurt Schwitters &  Marcel Duchamp “UNIVERSI  POSSIBILI / Verso La Globalità Intelligente”  a cura di  Giovanni Bonanno.Dal 6 maggio 2017 al 26 novembre 2017– Due proposte  internazionali presentate in…Continua

Tag: Spazio, Italia, Salerno, Ophen, Virtual

PAVILION LAUTANIA VIRTUAL VALLEY / KURT SCHWITTERS, 1887 - Kurt Merz/Ecology

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica 5 Mag. 0 Risposte

Comunicato stampaKURT SCHWITTERS / 1887- Kurt Merz/EcologySPAZIO OPHEN VIRTUAL ART GALLERY PAVILION LAUTANIA VIRTUAL VALLEY / 1887 - Kurt Schwitters & Marcel Duchamp “UNIVERSI POSSIBILI / Verso La Globalità Intelligente” a cura di Giovanni…Continua

Tag: cura, di, Giovanni, Bonanno., a

Scadenza Progetto Internazionale dedicato a Marcel Duchamp

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica 26 Mar. 0 Risposte

1887 - AREA DI CONFINE PORTA DUCHAMP -Scadenza del progetto: 30 giugno 2017Dettagli evento: Dal 14 Agosto 2017 al 26 Novembre 2017 Luogo: Spazio Ophen Virtual Art Gallery Via: S. Calenda, 105/D 84126 Città: Salerno (Italy) Sito web o mappa:…Continua

Tag: Duchamp, Marcel, Postale, Arte, Progetto

© 2017   Creato da Claudio Romeo.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio