Mail Art Stigma, il catalogo d'arte in edizione di gran pregio - sponsor Claudio Grenzi Editore

Notizia informativa, non commerciale. L'elenco degli autori si trova sulla pagina di presentazione del volume dell'editore.

Mail Art Stigma


a cura di
Luigi Starace


Mail Art
L’ultima spiaggia della libertà

In campo artistico la Mail Art si è proposta come un’ultima spiaggia della creatività al di fuori del sistema. Una libertà che si basa sulla scelta di non commercializzazione delle opere. Il mail artista ha scelto di essere. E questo è più appagante dell’avere. C’è sempre un modo per dire, affermare che vogliamo essere Noi e non sbiadite fotocopie.
La Mail Art è un sogno. Un’aspirazione, una meta ideale, lo Star Gate di un network senza nazionalità, senza confini. Un esempio di globalizzazione positiva dell’arte.
Come non mai, il sistema dell’arte è causa di conformismo e consumismo. Causa ed effetto che portano il collezionista a divenire un pigro consumatore di non-valori.
Del resto la maggior truffa del nostro tempo è avvenuta nella trasformazione-svalutazione del linguaggio. Si è equiparato il complementare al fondamentale e si è creata quella babele di non-valori sempre più spesso alla base delle scelte delle nuove generazioni.
La Mail Art ci fa riflettere anche sull’utilizzo non commerciale dell’Arte. Di fatto è un fenomeno che molti storici dell’arte hanno sottovalutato, impegnati a perseguire i fini del mercato e del politicamente corretto. Essa evidenzia i mali sociali attraverso un comunicare come esigenza fondamentale della dimensione umana.
La cassetta postale è sempre a disposizione e ci fa sperare che lassù qualcuno ci ami.

Giancarlo Da Lio



Opere
Europa
Asia e Oceania
America



Dettagli

Formato: cm 24x31
Pagine: 96
Illustrazioni: 263 a colori, 20 in bianco e nero
ISBN: 978-88-8431-296-9
Anno di pubblicazione: 2012

Visualizzazioni: 477

Commento

Devi essere membro di Dodo/Dada ARTE POSTALE per aggiungere commenti!

Partecipa a Dodo/Dada ARTE POSTALE

Commento da Luigi Starace su 9 Ottobre 2012 a 15:43

evento de

Giornate del PAtrimonio 2012 MiBAC

8 Giornata del Contemporaneo

La Mente al Cinema - Stigmamente / Regione Puglia

Commento da Claudio Romeo su 26 Marzo 2012 a 10:48

per Bruno,

certo hai ragione "bisognerebbe cominciare a fare i conti con la realtà", per questo mi piacerebbe nell'incontro di Ottobre da Anna di fare uno o più dibattiti su questo e su altri temi. E vero che esistono "punti fermi" nella mail art, ma è anche vero che altri possono e devono adeguarsi ai tempi pena la fine per estinzione... Vero Dodo???

Ciao Claudio

Commento da Bruno Capatti su 26 Marzo 2012 a 0:53

per Claudio,

sottolineavo la contraddizione fra doc su blog e l'accettare solo lavori cartacei...

mi è successo diverse volte di recente di chiedere all'organizatore di progetti di mail poter partecipare via e-mail per risparmiare sui costi di spedizione ma tutte le volte la mia disponibilità è stata seppure molto gentilmente rifiutata ...

bisognerebbe cominciare a fare i conti con la realtà

a presto Bruno

Commento da Luigi Starace su 25 Marzo 2012 a 13:08

Claudio anch'io non amo le discussioni protratte. Sono venuto a conoscenza di questa discussione da Fb, con la notifica di un post di Bruno (funzione citato in...) e ho risposto subito. La maggior parte della posta la gestisco con l'email direttore@stigmamente.it per cui in futuro se mi scriverai li ti risponderò subito.

Buona domenica @:-)

Commento da Claudio Romeo su 25 Marzo 2012 a 12:03

Luigi

lungi da me fare polemiche "da pollaio" (visto che se tu hai i tuoi problemi io ho i miei, senza vittimismi consolatori) quindi ti scrivo qui alcune puntualizzazioni e considero chiusa la faccenda.

Modalità e assiomi progetti Mail Art: chi ha organizzato progetti di mail art conosce il cosa fare e compatibilmente con tutte le problematiche tende a quello, senza pretendere "medaglie" perchè lo ha fatto.

Tempi di risposta: come indicato nel mio primo intervento non avrei mai postato o aperto un forum se ci fosse stato da parte tua una risposta "privata" alla mia email, ho inserito il messaggio dopo che hai "trovato il tempo" di postarlo su DodoDada e inserire commenti su FaceBook (guarda giorno e ora in cui ho spedito l'email).

Feed e risposte: la corrispondenza (base della mail art) è uno scambio reciproco sbaglierò ma mi pare che non ho ricevuto tua corrispondenza a cui non ho risposto...

Elenco: non è omettendo che si risolve il problema, come l'essere intervenuto personalmente (solo sul MIO nome che se consenti è MIO).

Conclusione: se hai letto con attenzione la mia email c'era (c'è) un po' di disappunto ma sopra tutto molto rammarico per un progetto bello, interessante e ben organizzato (vedi che do ragione apologia) che cade ignomignosamente (parere personale) su una buccia di banana.

E con questo mi pare di essere stato chiaro e di aver chiuso (per me) l'argomento.

Contraccambio l'augurio di una buona giornata

Claudio

P.S. Rispetto alla tua nota integrativa, che leggo dopo quello che ho scritto sopra, se tu ti senti a posto benissimo, però ti consiglio vivamente di astenerti dal fare nomi.

Commento da Luigi Starace su 25 Marzo 2012 a 11:46

nota integrativa nel Processo Luistar-Mondo della mail art italiana:

In data 24 gennaio 2007 ho postato questa terza versione del video documentativo dei lavori pervenuti: http://www.myspace.com/video/luistar/mail-art-project-social-stigma...

Altre copie furono distribuite in una edizione de L'Albero della Poesia 2007, insieme all'esposizione di tre pannelli della mostra. Già nel 2007 quindi i "doveri" verso il progetto sono stati espletati. Per essere un vero "mailartista italiano" avrei dovuto bruciare in una pira tutto come fa oggi Maggi?  Suppongo di si.

Commento da Luigi Starace su 25 Marzo 2012 a 11:24

Buongiorno

e che sia una buona giornata per tutti. Ringrazio inanzi tutto mia figlia di 14 mesi che mi concede il tempo, ogni tanto, di leggere la posta elettronica (di fatto un lavoro) e gestire le varie attività. Dovendo ancora lavorare e duramente, non ho l'io-phone o il black-Perry, per cui le 10 email devo leggerele vecchio stile, ossia quando ho tempo. Spero di aver risposto alla insistente ( e improvvisa, dopo anni che non ci sentivamo) voglia di comunicare con me. Che poi mi cambi i post, da Domine Blogorum, lo trovo scorretto, le correzioni all'elenco posso farle anch'io ( e volentieri). Un po' di chiarezza: l'iniziativa è stata lanciata nel tardo 2005 ed è durata per il 2006, con qualche propagine. Specifico che ho inviato circa 450 inviti via posta (Claudio ogni francobollo im media 0,70 eurocent), più varie email agli IUOMA. Da semi sconosciuto ho avuto il regalo che (qualche) mostro sacro mi abbia risposto e comunque sono arrivati certi lavori per i quali non smetterò mai di provare entusiasmo. Poi c'è stato chi ha inviato cose standard e ricicli. Sono presenti tutti nel catalogo (la mail art vuole tutti esposti - PRIMO ASSIOMA DELLA MAIL ART: DEMOCRATICITA' RISPETTATO).

Nello stesso 2006 ne è stato fatto un video in cui venivano presentati tutti-tutti-tutti i lavori arrivati ed è stato messo on line scaricabile, fruibile e anche a richiesta inviabile in zip (SECONDO ASSIOMA DELLA MAIL ART: DIFFUSIONE DEI LAVORI E RITORNO AGLI ARTISTI RISPETTATO). Al posto del ciclostilato è stato fatto un video. Adesso, dopo 5 anni c'è TAM -tv, ma tu guarda anche il buon vecchio Ruud si è convertito a tal mezzo :-)

Non solo: ne è stata fatta una mostra, bella, di 16 pannelli 200x70 cm es esposta nel Festival del Cinema Indipendente di Foggia, Teatro del Fuoco per 7 gg, e dopo in altre occasioni ( X Settimana Italiana della Cultura- MiBAC, per esempio), Congresso Nazionale di Psichiatria Sociale SIPS 2010.Tutto pubblicizzato, anche su questo sito...avessi mai avuto un feedback!!! Non importa, comunque il SECONDO ASSIOMA DELLA MAIL ART, COMMA 2: ESPOSIZIONE -RISPETTATO.

sul TERZO COMMA: NON VENDITA DELLE OPERE ...FOSSI SCEMO :-)

Svolta la mia azione di mailart ho impiegato 7 anni per convincere l'editore a stampare il libro. Lui ha deciso, finalmente, di stamparlo a sue spese circa 300. Diverse sono state acquistate dalla Società Italiana di PSichiatria Sociale e diffuse gratuitamente al congresso 2012 perchè il tema dello stigma è urgente in psichiatria e questa raccolta di mail art è qualcosa di unico in giro. Claudio le copie sono quasi finite, per cui pensi male se hai calcolato che tutto si sia fatto sulle spalle dei mailartisti (italiani). Forse hai avuto espereinze tali, ma non è da me, se avessi speso più tempo a conoscermi più che criticarmi, come Tiziana, te ne saresti accorto. Sono riuscito a chiudere un progetto dopo 7 anni. Avresti avuto tanta pazienza tu, che non aspetti 2 giorni una risposta email?

buona domenica a tutti.

Ps: elimino l'elenco cosi spinoso

Commento da Francesco Mandrino su 25 Marzo 2012 a 10:22

I "blu ginz" stralavati e sdruciti fanno tanto straccione anche se indossati da uno studente fuori corso con contratto a tempo indeterminato, per questo motivo viene offerta le comodissima possibilità di acquistarli in "butich" a prezzi comprensivi del servizio offerto.

In effetti il discorso di Da Lio non fa una grinza e offre la possibilità di annoverarsi fra i mailartisti più conosciuti, perché a scorrere l'elenco ce ne sono davvero tanti di mostri sacri (quasi mi dispiace di non esserci anch'io).

"Sic panta ubi maior monoculus enervit rex in autobus".

E il celo è senpre piu blu.

Commento da Claudio Romeo su 25 Marzo 2012 a 9:55

Per Bruno Capatti e per chi fosse interessato:

altre volte, in altri forum, ho espresso l'opinione di non essere contrario all'uso di blog come forma di documentazione, anche perchè pur risparmiando costi di produzione cartacea a spese di spedizione è sempre un impegno di ore e ore per chi lo realizza. Riallacciandomi al caso in questione e facendo un parallelo e come se l'organizzatore chiedesse una forma di pagamento per accedere appunto alla documentazione on line... La natura stessa del progetto è quella del confronto e qui mi viene negata.

Due parole anche per il "così detto" sponsor. Faccio un esempio: una banca quando realizza un suo libro non lo mette nelle proprie sedi in vendita ma le copie stampate le dona ai propri migliori clienti e/o personalità ecc. ecc. Qui il "così detto" sponsor, facendo i conti della serva può avere speso per la stampa di 500 copie un massimo di 4.500 euro, ivato per un libro con copertina rigida e cucitura filo refe (cioè il massimo), bene, se trovasse almeno 100 fessacchiotti che acquistano il libro già il compratore numero 101 gli farebbe intascare 26,00 euro netti... Bello sponsor!!!

Il signor "così detto" sponsor non ha pagato i diritti d'autore ne degli artisti presenti ne dei creatori dei testi... Tanto si tratta di MAILART.

Commento da Maurizio Follin su 25 Marzo 2012 a 7:59

Mi sembrava di aver spedito qualche cosa nel 2008, ma forse, disordinato come sono, mi sbaglio o era fuori tempo massimo; e poi con il servizio postale che abbiamo tutto è possibile.

Punto d'incontro e confronto per quelli che hanno praticato praticano e praticheranno Arte Postale. SOLA REGOLA L'USO DELLA LINGUA ITALIANA

TRADUTTORE DODODADA

Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

Use this tool for your translations of DodoDada

Utilizzate questo strumento per le vostre traduzioni di DodoDada

Forum

RUGGERO MAGGI / Non Solo Libri, Galleria di Arti Visive - Gallarate

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica 23 ore fa . 0 Risposte

DAL 19 OTTOBRE AL 17 NOVEMBRE 2017PRESSO LA GALLERIA DI ARTI VISIVE DEL IL MELOLA MOSTRA DI RUGGERO MAGGI NON SOLO LIBRI…Continua

Tag: maggi, ruggero, salerno, università, melo

2018 / 70° YEARS DI RYOSUKE COHEN

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica. Ultima risposta di Claudio Romeo 11 Set. 10 Risposte

70 YEARS RYOSUKE COHEN, 1948 - 2018”  DETTAGLI EVENTOOra: 15 Luglio 2018 presso 18:00 a 1 dicembre 2018 presso 12:00Luogo: SPAZIO OPHEN VIRTUAL ART GALLERY Via: S. Calenda, 105 Città: Salerno Sito web o mappa: …Continua

Tag: Contemporanea, Arte, Giovanni, Bonanno, Italia

SALERNO / MARCEL DUCHAMP 1887 – Area di Confine Porta Duchamp

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica 25 Ago. 0 Risposte

SPAZIO OPHEN VIRTUAL ART GALLERYPAVILION  LAUTANIA …Continua

Tag: prima, Galleria, al, La, 2017

PAVILION LAUTANIA VIRTUAL VALLEY

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica 11 Mag. 0 Risposte

SPAZIO OPHEN VIRTUAL ART GALLERY 1887 - Kurt Schwitters &  Marcel Duchamp “UNIVERSI  POSSIBILI / Verso La Globalità Intelligente”  a cura di  Giovanni Bonanno.Dal 6 maggio 2017 al 26 novembre 2017– Due proposte  internazionali presentate in…Continua

Tag: Spazio, Italia, Salerno, Ophen, Virtual

PAVILION LAUTANIA VIRTUAL VALLEY / KURT SCHWITTERS, 1887 - Kurt Merz/Ecology

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica 5 Mag. 0 Risposte

Comunicato stampaKURT SCHWITTERS / 1887- Kurt Merz/EcologySPAZIO OPHEN VIRTUAL ART GALLERY PAVILION LAUTANIA VIRTUAL VALLEY / 1887 - Kurt Schwitters & Marcel Duchamp “UNIVERSI POSSIBILI / Verso La Globalità Intelligente” a cura di Giovanni…Continua

Tag: cura, di, Giovanni, Bonanno., a

Scadenza Progetto Internazionale dedicato a Marcel Duchamp

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica 26 Mar. 0 Risposte

1887 - AREA DI CONFINE PORTA DUCHAMP -Scadenza del progetto: 30 giugno 2017Dettagli evento: Dal 14 Agosto 2017 al 26 Novembre 2017 Luogo: Spazio Ophen Virtual Art Gallery Via: S. Calenda, 105/D 84126 Città: Salerno (Italy) Sito web o mappa:…Continua

Tag: Duchamp, Marcel, Postale, Arte, Progetto

© 2017   Creato da Claudio Romeo.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio