tra le varie opzioni che ci permette internet, che metterei tra le "deleterie", e che mi "urta" , c'è n'è una che  proviene dai mail artisti di ultima  generazione (ma contagiosa come tutte le tentazioni facili e comode, e in quanto tali magari non verificate con il ragionamento) : su facebook vedo tante scansioni del lavori accompagnate da "oggi spedisco questo"..
Secondo me con questa verve anticipatoria dell'immagine viene a mancare un pezzo del procedimento, che non sta solo nell'opera...
è come vedere strafalcioni in un testo, è un po' imbarazzante farlo presente, quello che per me è un errore per te non lo è, sarò obsoleta e non aggiornata, per me queste non sono sfumature ma interruzioni dell'impalpabile flusso !
Ecco oggi spedisco questo...
chissà se alla destinataria farebbe piacere vederlo prima qui, e poi nella cassetta delle lettere....UN DEJA VU....
SONO COSE DIVERSE!!
come se a un potenziale fidanzato dicessi per telefono, guarda che quando ci vedremo ti dirò "ti amo"...
Sarò rimasta alla candela e alla penna e calamaio, o per la precisione a busta e francobollo! .

Visualizzazioni: 128

Commento

Devi essere membro di Dodo/Dada ARTE POSTALE per aggiungere commenti!

Partecipa a Dodo/Dada ARTE POSTALE

Commento da Linda Pelati su 5 Febbraio 2015 a 19:04

Hai ragione Barbara non c'è un decalogo, il mio è uno spunto di riflessione ; ho iniziato a fare mail art quando internet non era preponderante, non so se è facile da immaginare, ma può essere utile per la propria personalità artistica, direi che c'era la differenza come mangiare la zuppa di miso in una ciotola laccata con i fregi d'oro illuminati dalla lampada a gas, oppure farsi una mangiata in pizzeria con gli amici, sotto le lampade al neon. Una cosa non è più bella dell'altra, ma è giusto sapere che ci sono molti modi espressivi, per esserci in quello che si spedisce. (e per ultimo teniamo presente che ci sono artisti che fanno mail art senza usare internet e li stimo molto pur non essendo dei loro..!! :-) )

Commento da Barbara Lalle su 5 Febbraio 2015 a 17:19

Sicuramente Linda hai ragione.  Per la verità a me è successo spesso di "anticiparle".

Infatti io sono una mail artist di nuova generazione, da solo 2 anni.

La prima a cui ho partecipato era su Pinocchio, a Sant'Oreste.

Un mio amico pittore mia ha raccontato di questa forma atistica e mi ha invitato a partecipare.

Lo ho fatto e non ho più smesso.

A me, però non è stato mai dato un decalogo.

Ho cercato di leggere qualcosa della storia e piano piano conoscere virtualmente qualcuno del "movimento".

Nessuno mi aveva fatto notare questa mia sbavatura.

Grazie di averlo fatto.

un saluto

Barbara Lalle

Commento da Linda Pelati su 4 Febbraio 2015 a 16:49

e posticipatoria, così è se vi piace

Commento da gianni romizi su 1 Febbraio 2015 a 13:35

Commento da Lancillotto Bellini su 31 Gennaio 2015 a 20:56

Postare l'immagine di una busta o cartolina prima di spedirla via posta è sbagliato perché viene a mancare il fattore sorpresa. Il destinatario conosce in anticipo ciò che troverà nella cassetta delle lettere qualche giorno più tardi. Se invece si sceglie di pubblicare in FB un'immagine o delle immagini, significa che l'autore lo considera una specie di ribalta e/o galleria d'esposizione. Non serve a nulla demonizzare le due modalità di comunicazione/esposizione. Meglio usare ambedue i mezzi messi a nostra disposizione senza crearsi troppi problemi:

Commento da Linda Pelati su 31 Gennaio 2015 a 14:46

forse è l'evolvere naturale della mail art, inviti on line o,k, documentazione on line o,k , anticipazione del lavoro on line (questa non la digerisco), a quel punto è inutile spedire. hai visto il lavoro, lo salvi, lo pubblichi  punto e fine....Ma manca qualcosa.

Commento da TIZIANA BARACCHI su 31 Gennaio 2015 a 9:15

La verità è, cara Linda, che molti che navigano nella mail art di internet, non sanno nemmeno che cosa sia una busta e un francobollo; non sanno che cos'è la rete soprattutto. 

Commento da Linda Pelati su 21 Gennaio 2015 a 16:08

a proposito di voci dal chiostro - clausura, l'artista Janet Cardiff ripropone alla biennale Venezia 2010 "spem in allium" di thomas tallis  (mottetto del 1570 circa, originariamente concepito per otto cori a cinque voci,) in 40 altoparlanti ognuno con la voce di un corista. (metafora!)

https://www.youtube.com/watch?v=W0_FQ6FER74&index=18&list=P...

Commento da Claudio Romeo su 21 Gennaio 2015 a 15:41

una riflessione giudicante condivisa... non è peccato (Ego te absolvo a peccatis tuis in nomine...)

Sull'escludersi da mezzi comunicativi sociali non mi sento meno in accordo, penso che tutto dipenda dall'uso (ergo dal modo di essere, pensare, vivere...) insomma esserci cum grano salis

Commento da Linda Pelati su 21 Gennaio 2015 a 15:34

giudicare è brutto, il mio è uno spunto di riflessione un po' giudicante, che cercherò di non ripetere, perchè l'artista nella sua clausura all'occorrenza devia istintivamente percorso senza criticare l'opera altrui. amen

Punto d'incontro e confronto per quelli che hanno praticato praticano e praticheranno Arte Postale. SOLA REGOLA L'USO DELLA LINGUA ITALIANA

TRADUTTORE DODODADA

Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

Use this tool for your translations of DodoDada

Utilizzate questo strumento per le vostre traduzioni di DodoDada

Forum

Roma, Maestri Internazionali del Libro d'Arte in una grande rassegna evento.

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica 21 Gen. 0 Risposte

  POGA POGA (Una metropoli che balla).…Continua

Tag: ROMA, RUGGERO, MAGGI, POGA, MARIA

SHOZO  SHIMAMOTO  HA TROVATO CASA A NAPOLI (Italy)..

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica 16 Dic 2017. 0 Risposte

L’ASSOCIAZIONE SHIMAMOTO APRE UNO SPAZIO PERMANENTE A NAPOLIpubblicato giovedì 14 dicembre 2017Shozo Shimamoto  scomparso nel 2013, da oggi, il suo lavoro di ricerca può essere fruito presso  un nuovo spazio espositivo permanente, che arricchisce il…Continua

Tag: Art, Gutai, Giappone, Virtual, Ophen

Salerno, Dadodu&Co, materiali d’archivio 1977-2017

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica 10 Dic 2017. 0 Risposte

IBRIDIFOGLIDADODU&CO.materiali d’archivio 1977-2017minimalia, ephemera, collezioni e libri d’artistaa cura di Antonio Baglivo e Vito PintoARCHIVIO DI STATO di SALERNOpiazza Abate Confortidal 15 dicembre 2017 al 30 gennaio 2018…Continua

Tag: Mibact, Fogli, Ibridi, Ophen, Virtual

BETTY DANON / DICHIARAZIONE DI POETICA

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica 21 Nov 2017. 0 Risposte

Betty  Danon "Dopo  il periodo iniziale  l’attenzione…Continua

Tag: Arte, concettuale, Art, Mail, Danon

RUGGERO MAGGI / NON SOLO LIBRI - Gallarate

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica 19 Nov 2017. 0 Risposte

 16 - 17 NOVEMBRE 2017 presso la GALLERIA DI ARTI VISIVE DELL’UNIVERSITA’ DEL MELORUGGERO MAGGI / NON SOLO LIBRI - Gallarate…Continua

Tag: LIBRI, SOLO, NON, VISIVE, RUGGERO

RUGGERO MAGGI / Non Solo Libri, Galleria di Arti Visive - Gallarate

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica 17 Ott 2017. 0 Risposte

DAL 19 OTTOBRE AL 17 NOVEMBRE 2017PRESSO LA GALLERIA DI ARTI VISIVE DEL IL MELOLA MOSTRA DI RUGGERO MAGGI NON SOLO LIBRI…Continua

Tag: maggi, ruggero, salerno, università, melo

© 2018   Creato da Claudio Romeo.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio