Progetto di Mail Art nella Scuola dell’Infanzia di Rallo di Tassullo: La casa del Mago

LA CASA DEL MAGO

PROGETTO DI ARTE POSTALE

Scuola dell’Infanzia di Rallo di Tassullo

Le insegnanti della Scuola dell’Infanzia della Provincia di Trento che hanno partecipato al Corso di formazione “Omaggio a Munari” tenutosi a Matera nell’agosto 2010 e da me condotto, dando seguito a quanto appreso, hanno progettato un evento dedicato all’ Arte Postale.  Sono felice di pubblicare qui nel mio blog il progetto, invitando tutti a partecipare!

L’arte postale: Mail Art – Una proposta dalla scuola dell’infanzia “Il nuovo Germoglio” di Rallo di Tassullo

 

La scuola dell’infanzia di Rallo indice un’iniziativa Mail Art a tema: “La casa del Mago”

“A scuola è arrivato un mago… Poverino è rimasto senza tutto perché una strega dispettosa è passata a casa sua nella notte e con una magia gli ha fatto sparire tutto…”

Tecnica: libera. – Scopo finale: una mostra – Scadenza: 30 aprile 2011
Misure: qualsiasi formato impostabile

Attende le cartoline all’indirizzo:

Scuola dell’infanzia “Il nuovo Germoglio”
Via F.lli Pinamonti, 13 -
38010 – Rallo di Tassullo.

www.scuolainfanziarallo.it

Cos’è? La Mail Art è una pratica artistica che consiste nell’inviare per posta cartoline, buste e simili, create come elaborazione artistica di un tema dato. Le cartoline spedite, regolarmente bollate e timbrate in Posta (se la cartolina ha parti delicate che si potrebbero staccare va comunque timbrata e inserita in una busta per la spedizione). Partecipano ad una raccolta e non vengono restituite, ma raggruppate per dar forma a mostre o pubblicazioni.
Chi indice un tema (scuola, ente, privato) riceve le cartoline e le conserva, le fa comparire sul proprio sito e attiva scambi.
Le Mail Art sono considerate un dono, vengono raccolte, scambiate, collezionate, ma mai vendute o usate a fini di lucro.
 

Che scopi ha? La Mail Art è un tipo di forma artistica che ha l’obiettivo di condividere le elaborazioni su un argomento attraverso l’utilizzo della cartolina. È un veicolo culturale che stimola la produzione artistica delle persone, sviluppa idee e gusto, e porta l’attenzione su temi di ampio interesse.

Chi attiva la proposta?
Periodicamente, nel mondo vengono lanciati progetti di Arte Postale, a livello nazionale o internazionale, ai quali si partecipa seguendo le regole date: tema, tipo di tecnica, data di scadenza, formato della cartolina; e inviando le proprie cartoline artistiche all’indirizzo dell’organismo che in internet ha lanciato l’argomento: ecologia, pace, amicizia…
Chi indice l’operazione dichiara inoltre la modalità finale con cui verranno presentate le cartoline pervenute: mostra o pubblicazione.

Un po’ di storia
La Mail art è uno dei più longevi movimenti artistici della storia che si è evoluta dagli anni ’50, coinvolgendo migliaia di mail-artisti, di oltre cinquanta paesi. È stata codificata nel 1962 da Ray Johnson, a sua volta influenzato da gruppi precedenti, in primis il Futurismo con i collaggi postali di Ivo Pannaggi (1920), poi i Dada e i contemporanei del gruppo Fluxus. I mail-artisti si scambiano opere in forma di lettere illustrate, buste decorate o disegnate, figurine d’artista (Artist Trading cards), cartoline, “francobolli d’artista” (artistamp), e oggetti tridimensionali come i “Libri d’Artista” (Artist-Book).

Esiste anche un archivio internazionale e un museo di Mail Art.

La Mail Art a scuola
Un’attività interessante. Dal punto di vista didattico la Mail Art risulta particolarmente interessante in quanto rappresenta una innovativa possibilità di interazione espressiva tra classi o gruppi di bambini intorno ad un determinato tema, venendo a conoscere tecniche ed elaborazioni particolari.

Come abbiamo conosciuto la Mail Art
Nell’iniziativa residenziale “Omaggio a Munari” dell’agosto 2010 a Matera un gruppo di insegnanti della scuola dell’infanzia ha sperimentato la costruzione delle cartoline artistiche e conosciuto la filosofia dell’Arte postale.

http://www.vivoscuola.it

Visualizzazioni: 123

Commento

Devi essere membro di Dodo/Dada ARTE POSTALE per aggiungere commenti!

Partecipa a Dodo/Dada ARTE POSTALE

Commento da Tina Festa su 22 Marzo 2011 a 14:11

Ciao Carlo,

Girerò la tua richiesta di informazione agli organizzatori ed informo tutti qui.

 

 

Commento da volpicella carlo su 18 Marzo 2011 a 9:34

di certo aderirò a questo ennesimo progetto interessante,ma mi piacerebbe sapere come penso a tuttimdato che rientra nei canoni della Mail Art,sapere se prevedete catalogo e cartaceo da inviare agli artisti.

Buon Lavoro

Punto d'incontro e confronto per quelli che hanno praticato praticano e praticheranno Arte Postale. SOLA REGOLA L'USO DELLA LINGUA ITALIANA

TRADUTTORE DODODADA

Tool per traduzioni di pagine web
By free-website-translation.com

Use this tool for your translations of DodoDada

Utilizzate questo strumento per le vostre traduzioni di DodoDada

Forum

PROGETTO INTERNAZIONALE DI  MAIL ART /  “SELFIE SEARCHING  FOR  IDENTITY”

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica. Ultima risposta di alfonso caccavale 24 Mag. 2 Risposte

PROGETTO INTERNAZIONALE DI  MAIL ART SPAZIO OPHEN VIRTUAL ART GALLERYVia S. Calenda, 105/D  84126  Salerno (Italy). Progetto “Add e Return”  dal titolo: “SELFIE SEARCHING  FOR  IDENTITY” A cura di Giovanni  Bonanno  e in collaborazione con…Continua

Tag: Salerno, Gallery, Art, Italia, Collezione

MARCELLO DIOTALLEVI / In forma di viaggio, francobolli e lettere da Citera.

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica 12 Apr. 0 Risposte

SPAZIO OPHEN VIRTUAL ART GALLERY MARCELLO   …Continua

Tag: Ophen, Spazio, Contemporanea, Arte, Virtual

Roma, Maestri Internazionali del Libro d'Arte in una grande rassegna evento.

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica 21 Gen. 0 Risposte

  POGA POGA (Una metropoli che balla).…Continua

Tag: ROMA, RUGGERO, MAGGI, POGA, MARIA

SHOZO  SHIMAMOTO  HA TROVATO CASA A NAPOLI (Italy)..

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica 16 Dic 2017. 0 Risposte

L’ASSOCIAZIONE SHIMAMOTO APRE UNO SPAZIO PERMANENTE A NAPOLIpubblicato giovedì 14 dicembre 2017Shozo Shimamoto  scomparso nel 2013, da oggi, il suo lavoro di ricerca può essere fruito presso  un nuovo spazio espositivo permanente, che arricchisce il…Continua

Tag: Art, Gutai, Giappone, Virtual, Ophen

Salerno, Dadodu&Co, materiali d’archivio 1977-2017

Iniziata da ARCHIVIO OPHEN VIRTUAL ART in ARTE POSTALE / coscienza critica 10 Dic 2017. 0 Risposte

IBRIDIFOGLIDADODU&CO.materiali d’archivio 1977-2017minimalia, ephemera, collezioni e libri d’artistaa cura di Antonio Baglivo e Vito PintoARCHIVIO DI STATO di SALERNOpiazza Abate Confortidal 15 dicembre 2017 al 30 gennaio 2018…Continua

Tag: Mibact, Fogli, Ibridi, Ophen, Virtual

© 2018   Creato da Claudio Romeo.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio